Affaire Bugo – Morgan, dalla lite all’eliminazione

0
17
bugo morgan

Ormai sono giorni che la querelle che ha portato all’eliminazione dalla kermesse del Festival di Sanremo tra Bugo e Morgan sta occupando i vari salotti televisivi. Ma cosa sarà mai successo tra questi due amici in gara insieme? Proviamo a fare un po’ di chiarezza

Ma come è andato l’episodio che ha condotto alla squalifica di Bugo – Morgan?

È successo più o meno questo, quintultimi ad esibirsi nella serata della semifinale, Antonella Clerici chiama la coppia a salire sul palco ma a scendere è solo Morgan, il quale fa un passo indietro per chiamare sul palco anche il suo compagno Bugo, nonché autore del brano. A dirigere l’orchestra è il maestro Simone Bertolotti, coautore della linea armonica del brano, chiave di volta di questa storia.

Scesi sul palco parte la melodia, la prima strofa affidata a Morgan e una sorpresa. Il testo originale è stato cambiato con insulti ai danni di Bugo, il quale prende i fogli e va via abbandonando il palco. Al maestro Bertolotti va il merito di aver avuto il sangue freddo di decretare lo stop all’orchestra della Rai nel momento esatto in cui suonava un solo strumento.

“Le brutte intenzioni,
la maleducazione,
la tua brutta figura di ieri sera!”

Dopo la squalifica per l’abbandono del palco, i due musicisti che gareggiavano con Sincero, forniscono le loro versioni su quanto è accaduto. Una brutta storia con molta tristezza.

La querelle Bugo – Morgan nasce nella serata delle cover

Ed è proprio in questa serata, cioè la precedente a quella dell’eliminazione, che trova fondamento la frase “la tua brutta figura di ieri sera”.

«La vittima di tutto sono io – ha detto l’ex Bluvertigo – senza di me non lo avrebbero preso a Sanremo e sono venuto per gratitudine. Ma è stato plagiato. Dietro questa frattura c’è il suo discografico, mi ha fatto mobbing fin dall’inizio e il suo obiettivo era che mi autoeliminassi. Dopo la nostra prima riunione mi ha messo le mani addosso. Mirava anche a non pagarmi. Bugo era geloso di me, scompariva sul palco e ha completamente devastato la cover di Endrigo. Mi stanno attaccando artisticamente, ciò mi provoca una grande sofferenza perché su quel punto nessuno aveva mai osato dire nulla. Non c’è calcolo né complotto, l’avrei fatto per una cosa qualitativamente migliore».

I due partecipanti per la serata delle cover avevano scelto un brano di Sergio Endrigo, e Castoldi – Morgan – forse per un eccesso di mitomania aveva scelto di dirigere l’orchestra, di suonare ed esibirsi, tutto contemporaneamente. Una scelta che il maestro Bertolotti commenta così:

“Morgan non ha rispettato la data fissata per la consegna delle partiture, non del tutto approvate dall’orchestra di Sanremo in quanto “scritte in modo del tutto incompetente. Errori armonici, e di impossibile lettura tecnica da parte degli orchestrali. La realtà è che Morgan si presenta con partiture pressoché identiche a quelle contestate se non per pochi dettagli non sostanziali. L’orchestra suo malgrado cerca di eseguire questa partitura, per cinquanta minuti, sotto lo sguardo imbarazzato del direttore artistico, degli autori e del direttore residente. Gli viene chiesto quindi di cambiare l’arrangiamento per impossibilità da parte dell’orchestra di eseguire, e per una oggettiva bruttezza dello stesso. A questo punto, quasi per disperazione io e Andrea Bonomo (produttore di Bugo ndr) in una notte scriviamo un arrangiamento salvagente per paura che Morgan si presentasse con l’ennesimo arrangiamento contestabile. A festival iniziato, il pomeriggio delle prove in cui si sarebbe eseguita la cover, Rai, con eccezionale disponibilità, ci concede un tempo maggiore, visti i ritardi madornali e l’inconcludenza”. Tempo che non sembra sanare la situazione già precipitata: “La sera della diretta, Bugo disorientato dai continui cambiamenti di Morgan, e dall’impossibilità di pianificare la performance, canta tutto il brano”.

Come continua questa polemica fra i due?

Continua a tenere banco nonostante la kermesse sia terminata, nei vari salotti televisivi si parla più di loro due che di Diodato, vincitore del festival. Addirittura sembrano essersi formate le fazioni pro Bugo e pro Morgan. La Rai infatti nei suoi programmi cult come Vieni da Me di Caterina Balivo e Domenica IN di Mara Venier sembrano ospitare tutti i contraddittori in favore di Bugo, viceversa la Mediaset con i vari programmi di Barbara D’Urso le persone vicine a Morgan, in sua difesa. Chi avrà ragione? Non lo sappiamo, ma di sicuro c’è un vincitore da tutto ciò: l’album di Bugo che sta svettando in ogni classifica.

leggi anche :  Achille Lauro torna al Festival di Sanremo

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami